Chi ha detto che il digitale ha portato la pirateria?

image



Avete presente i subdoli metodi di una volta per evitare di pagare una audiocassetta? La registrazione fatta direttamente dallo stereo per esempio se non, addirittura, la classica masterizzazione cassetta-cassetta con il beneplacito supporto di uno stereo professionale, di quelli con due alloggi per i nastri, la cassetta madre ed una vergine.

L’incesto si ripete tale e quale nell’era del Compact Disc. Stessa musica. La possibilità di convertire e trasportare dal vecchio supporto (cassetta) al nuovo (CD) porta con se la facoltà di riprodurre musica su altro materiale ma, sopratutto, di alimentare un circuito di materiale diffuso illegalmente. Magari venduto. Ma questo nella preistoria dei marocchini fuori del supermercato. Dove “marocchino” non indica l’etnia, potendo egli anche essere un nigeriano, bensì la funzione del procacciatore di materiale multimediale a buon prezzo. Prima della benedetta era win&mix e limewire; ma soprattutto di Emule e uTorrent.

Stesso discorso per i nastri delle videocassette prima e dei DVD dopo. Terribili, a questo proposito, le registrazioni di vecchi programmi, inframmezzati da spezzoni di pubblicità d’epoca.
O ancora le ingegnose masterizzazioni in solitaria dopo una capatina al blockbuster.
Ma al prezzo di un programma gratis, da riguardare all’infinito, questo e altro.

Il genere umano si è sempre ingegnato per aggirare tecnicamente e moralmente i divieti e i vincoli del prestito; per ottenere il massimo del comfort alla minima spesa si è sempre pronti a scegliere la scorciatoia pirata.

Il pirata, o il semplice mozzo della masterizzazione amatoriale ha un semplice pensiero che lo autogiustifica darwinianamente sul banco degli imputati.
Da che mondo è mondo, posso ottenere un bene gratis, oggi come nel secolo scorso se non anche nell’800 o secoli ancora addietro; da quando il genere umano ha incominciato a lottare per sopravvivere; allora perché devo fare la fatica di pagare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...